Il teatro e la canzone hanno incontrato il mondo del canto corale.
Il CVDP ha vissuta una giornata straordinaria grazie all’aiuto della regista e cantante Gaia Gastaldello che ha sapientemente guidato un laboratorio della durata di quattro ore portando il coro a confrontarsi con il linguaggio teatrale. I nostri coristi si sono messi in gioco con grande disponibilità, trasformandosi per una mattinata in aspiranti attori, protagonisti di una scena, imparando a gestire dialoghi, espressioni e sguardi.
Nel pomeriggio, l’interessante Incontro con l’autore (La canzone elaborata per coro: si può?) ci ha portato a conoscere da vicino la figura di Nico Bonato, musicista di Valdagno e compositore di canzoni che da qualche anno collabora con il M° Mario Lanaro, affidandogli alcune sue composizioni che vengono da quest’ultimo elaborate con sapienza e originalità per la formazione maschile.
La giornata si è conclusa con un entusiasmante concerto, apprezzato sia dal coro che dal pubblico presente, ove il coro ha avuto l’onore di presentare in prima esecuzione assoluta i brani “Ave Maria degli ultimi” e “La notte dell’anguana”, due di queste elaborazioni sui temi di Bonato. Il concerto si è chiuso con il celebre “Rifugio Bianco” di De Marzi, diretto per l’occasione dal maestro Lanaro, il quale ha successivamente accompagnato al pianoforte il coro, nell’esecuzione del suo brano “Il Volo dell’Aquila” dedicato al terremoto avvenuto nel 2009 nel capoluogo abruzzese.