Live in Chiostro è traducibile nel contesto con l’espressione “dal vivo nel Chiostro”.

“La dicitura Live in è ripresa dagli eventi di musica pop e dai tour concertistici delle star della musica nazionale e internazionale. Un modo per essere allo stesso tempo moderni e in grado di rivolgersi ad un pubblico giovane, attirandolo e cercando di suscitare un interesse. Dichiarato, invece, il richiamo al chiostro, luogo non solo di svolgimento ma anche di caratterizzazione dell’evento. Con il  sottotitolo si vuole subito lanciare un messaggio: non è una rassegna di canto popolare! L’evento è un vero e proprio concerto pensato per valorizzare la coralità maschile che sta vivendo anni di grande cambiamento. Il coro virile non è più solo il coro dei “canti di montagna”, dei canti alpini o della tradizione trentina. È, invece, una realtà in continua crescita che sperimenta, indossa nuovi abiti e affronta diversi  generi musicali, nel rispetto di una importante tradizione che gli appartiene, ma che non può più essere l’unica strada percorribile: oggi, quindi, si va dal popolare, al sacro, al profano, fino ad aprirsi al pop e agli altri generi affini. Con questo appuntamento, dunque, si vuole valorizzare ciascun coro, che ha uno stile proprio e una proposta artistica ben definita, espressa attraverso una precisa modalità esecutiva, per raccontare la storia e l’anima del gruppo.

Rispondendo, pertanto, alla domanda iniziale, mi sento di dire no: non è la solita rassegna. Si tratta di un appuntamento che certamente non ha nulla di nuovo nella formula, ma si pone l’obiettivo di lanciare un messaggio importante di evoluzione e cambiamento; è un invito aperto alle generazioni più  giovani affinché possano avvicinarsi alla pratica del canto corale. Abbiamo bisogno che i giovani si  appassionino al canto quale forma di aggregazione e dello stare insieme, di crescita individuale all’interno di un gruppo. Ringrazio personalmente e indistintamente tutti coloro che hanno creduto in questa proposta e hanno lavorato per realizzarla, in particolare tutte le “mie” Voci che mi seguono con passione nel percorso che giorno dopo giorno costruiamo assieme. Un ringraziamento speciale lo riservo a chi ci ospita in questo luogo magico del territorio isolano: i frati del Santuario di Santa Maria del Cengio, disponibili, attenti, sensibili e aperti al nuovo. Ad ognuno di voi, buona musica e buona estate! Con l’augurio che, soprattutto i giovani, scoprano il canto corale e se ne innamorino.”

Riccardo Lapo, estratto dal programma di sala della prima edizione del 29 giugno 2019

 

I cori maschili protagonisti:

  • 1° edizione del 29 giugno 2019: CoroCastel di Conegliano (TV) diretto da Giorgio Susana (clicca qui per visualizzare il manifesto)